Il calibro 308 Winchester per la caccia al cinghiale





    Nei primi anni '50 la Winchester iniziò la produzione di una delle più diffuse armi oggi in commercio .... il calibro 308 W, mentre i militari ancora cercavano la "migliore munizione" per gli usi bellici

    Soprattutto cercavano di asserire che lo stesso fosse eccessivo, e non a caso poi usarono universalmente il 5,56 NATO.  

    La cartuccia calibro .308 Winchester è nota in diverse modi e con diversi sinonimi, quali ad esempio il 7,62mm NATO o 7,62 NATO.

    L'oggetto di queste ed altre perplessità era quello di realizzare una cartuccia per impieghi militari alternativa, ma contestualmente simile al .30-06 Springfield.

    Questa nuova munizione era in grado di generare più o meno le stesse prestazioni del .30-06 essendo di poco meno impegnativa.

    Allo stato attuale il .308 Winchester è uno dei calibri da carabina più commerciali al mondo per due motivi:

    • in primo luogo quasi tutte le aziende d'armi producono carabine nel citato calibro
    • in secondo luogo è possibile trovare armi in .308 Winchester in qualsiasi configurazione d'uso.

    Di seguito le specifiche:

    • Diametro massimo del proiettile = 7,85mm (.309")
    • Lunghezza massima della cartuccia assemblata (O.A.L.) = 71,10mm
    • Lunghezza massima del bossolo = 51,20mm, ma in sede di ricarica i bossoli vengono tagliati e rifilati a 51,00mm esatti
    • Lunghezza del bossolo sopra la spalla = 43,48mm
    • Lunghezza del bossolo sotto la spalla = 39,62mm
    • Diametro del colletto : 8,72mm
    • Pressione media di esercizio = 4100 bar (410MPa)
    • Tipologia degli inneschi : Large Rifle Standard.

    Perché usarla per la caccia al cinghiale?

    Innanzitutto iniziamo a stabilire che in assoluto, non esiste una regola precisa, ma la scelta è caratterizzata da informazioni personali e da statistiche da campo.

    I calibri più in uso tra i cacciatori di cinghiale sono, come dicevamo il 30- 06 ed il 308 W e non ultimo il cal. 12 a palla.

    E' chiaro che l'utilizzo del 12 a palla pone parecchi interrogativi ed una buona dose di sangue freddo...o di vanagloria ??

    Scientificamente bisogna avvicinare e di molto l'animale, che non sarà certamente contento di trovarsi di fronte alla doppietta del nonno, o al modernissimo semiauto di ultima generazione.

    Sappiamo benissimo che il calibro 12, pur essendo indicato per il cinghiale, non potrà mai avere la stessa gittata di una carabina e nell'uno e nell'altro calibro.

    E' di certo una scelta personalissima perché le caratteristiche dei due calibri, sono pressoché simili, difatti alcuni sostengono il 308 e più o meno altrettanti il 30-06.

    Ho pochi anni di esperienza di contatto quasi quotidiano con cacciatori di cinghiali, ma posso assicurare che quanto riferito risponde anche se in maniera grossolana alla realtà.

    Non voglio parlare della percentuali di successi o di fallimenti, perché si esula dal contenuto, poi si sa, la colpa è dell'arma e del calibro, ma quasi mai del tiratore.

    Per un animale di taglia media è chiaro che si suggerisce una cartuccia leggermente inferiore anche al fine di non rovinare l'animale stesso.

    Il problema parrebbe presentarsi quando si ha a che fare con animali di massa notevole, infatti alcuni cacciatori asseriscono che è necessario l'uso del 30-06.

    In linea di massima, da quelle che sono le mie esperienze tecniche e giornalistiche, il 30-06 è meno gestibile rispetto al 308, ma nell'uso comune le differenze sono impercettibili.

    E' quindi evidente che colpi ben piazzati sia in .308 che in 30-06, lasciano ben poche speranze all'animale colpito.

     


      Eus Casamassima

      Ultimi articoli...

      AZIENDE E PROFESSIONISTI

      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI
      AZIENDE E PROFESSIONISTIAZIENDE E PROFESSIONISTI

      EDITORIA VENATORIA

      Galleria fotograficaGalleria VideoNodakoutdoorsChasse PassionHunting LegendsHunting NetBuxton RanchTumugaDeer & Deer HuntingRiver & Green
      • Acr Onlus
      • Anlc
      • ANUU
      • Arcicaccia
      • Confavi
      • Coldiretti
      • Enci
      • Fidasc
      • Fare Ambiente
      • Fisat
      • Fitav
      • Federazione siciliana caccia
      • Federcaccia
      • Italcaccia
      • Cic Stampa
      • Movimento per la Cultura Rurale
      • Partito Politico Caccia Ambiente
      • Legambiente
      • C.N.C.N.
      • CPA
      • Associazione Siciliana Caccia e Natura
      • Anpam
      • ATC MS 13
      • Sis Liguria
      • Società Italiana Pro segugio
      • Società Amatori Bracco Italiano
      • Società Italiana Setters
      • Club Italiano Epagneul Breton
      • Club Italiano Spinoni
      • Kurzhaar Club Italiano
      • Pointer Club Italiano
      • Club Italiano Drahthaar
      • Club Italiano del Beagle
      • Springer Spaniel Club d
      • Club Italiano Spaniel
      • Società Amatori Cani da Traccia
      © La Caccia.net di Paolo Ferretti - Tutti i diritti riservati - P.IVA 01878130994

      Email: redazione@lacaccia.net - Cell. +39 329.9236555

      ISCRIZIONE TESTATA A REGISTRO STAMPA al n. 10/2012 CON DECRETO DEL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI GENOVA DEL 27.06.2012

      QUOTIDIANO ON LINE denominato: WWW.LACACCIA.NET


      Direttore Responsabile: Andrea Carotenuto e.mail carotenuto@lacaccia.net